Campeggi

5 buone ragioni per andare a Lignano Sabbiadoro fuori stagione

Lignano Sabbiadoro durante l’estate è una delle destinazioni più frequentate del Friuli Venezia Giulia. E non è difficile capirne la ragione: il suo mare pulito, la lunga spiaggia di sabbia soffice, i tanti servizi ne fanno infatti una meta amata dalle famiglie ma anche dai viaggiatori, singoli o in coppia, provenienti dall’Italia ma, sempre di più, anche dall’estero.

Ma se agosto, storicamente, è il periodo di maggiore affluenza sono molti i turisti che non si accontentano di vivere questa destinazione con il solleone ma scelgono di godersi Lignano Sabbiadoro a settembre, uno dei periodi migliori per chi ama la vita en plein air.

Questa però è una tendenza che sta prendendo piede anche tra i viaggiatori italiani quindi, se non siete mai stati in zona, vi raccontiamo perché l’ultima parte dell’estate è il momento più bello per organizzare una vacanza a Lignano.

Avere la spiaggia tutta per sé

La prima ragione è sicuramente la spiaggia, lunga, ampia e, finalmente tranquilla. Il mare di settembre è caldo e il sole non impone più di rifugiarsi sotto l’ombrellone. Sul bagnoasciuga si possono fare lunghissime passeggiate senza inciampare nei castelli di sabbia o ritrovarsi nel mezzo di una partita di racchettoni e a settembre Lignano Sabbiadoro risplende di una luce tranquilla, quella perfetta per gustarsi un bel libro, magari proprio quello rimasto sul comodino per tutto l’anno…

La vendemmia

Settembre è, anche, tempo di vendemmia e i vini del Friuli Venezia Giulia sono famosi in tutto il mondo. Ma avete mai partecipato ad una vendemmia? Nei dintorni di Lignano Sabbiadoro si può partecipare a questa esperienza denominata “Cantine Aperte” in alcune delle cantine della zona e si tratta di una festa che rende una vacanza settembrina ancora più speciale.

Tour dei siti Patrimonio dell’UNESCO

Cividale del Friuli e Aquileia sono due dei siti Patrimonio UNESCO che si trovano a poca distanza da Lignano Sabbiadoro. Ma la bellissima Venezia è a soli 50 minuti di treno, così come l’elegante Trieste con il Castello di Miramare.  E se il caldo estivo spesso scoraggia i turisti che vorrebbero conoscere queste mete dall’intraprendere una gita lontano dal mare al contrario il clima mite di settembre è perfetto per esplorare e vivere il territorio in tutta la sua bellezza.

Immergersi nella natura

Lignano Sabbiadoro non è solo mare ma anche vita active: gite in barca, passeggiate nella laguna e lunghe pedalate in bicicletta che, senza la calura estiva, vengono riscoperte dagli ospiti, in particolare dagli appassionati di birdwatching che ne approfittano per partire alla scoperta della Riserva Naturale Regionale del fiume Stella.

Godersi la tranquillità della vita in camping

Il camping è, di per sé, rallentare i ritmi e vivere in sintonia con la natura e con se stessi. E sul finire dell’estate, quando ci sono meno turisti ci si gode di più anche il soggiorno, senza code e senza folla. Lignano Sabbiadoro offre molte strutture per gli amanti di questo modo di far vacanza tra cui il Camping Pinomare, un fiore all’occhiello della zona e una realtà che vi abbiamo già in precedenza raccontato.

Il Camping Pinomare, aperto fino alla fine di settembre, si estende su un’area di 16 ettari con 306 case mobili e 315 piazzole. Tra queste ultime spicca la De Luxe, con tre camere da letto e altrettanti bagni dislocati in 55 mq. Ma il confort e gli spazi non mancano nemmeno per chi sceglie le piazzole che vanno dagli 80 ai 200 metri quadri e offrono anche l’allacciamento alla TV satellitare. La soluzione perfetta per godersi un bellissimo settembre al mare di Lignano Sabbiadoro con tutti i confort e immersi nella natura.

Ti potrebbe piacere anche