Travel

A Cervinia, “neve sicura” per tutta la stagione 2021-2022

Cervinia, nel pieno di una stagione invernale di successo, attende i turisti delle feste di Natale con la garanzia del completo rispetto delle misure sanitarie governative

 

foto Regione Autonoma Valle d’Aosta

 

Cervinia, tra le più blasonate e famose mete per gli sport invernali, sta vivendo, finalmente, una stagione di grande ritorno del turismo in montagna. A poca distanza dal nostro Golden Camping DalaiLama Camping Village di Chatillon, il comprensorio Cervino Ski Paradise, infatti, è già attivo a pieno regime ed è pronto ad accogliere gli ospiti che popoleranno le sue piste di sci durante le feste natalizie. In primo piano, ovviamente, l’osservanza di tutte le regole di prevenzione e controllo dell’epidemia di Covid19, nel rispetto delle normative che si susseguono da parte del Governo.

foto Regione Autonoma Valle d’Aosta

Accesso solo con Green Pass e skipass acquistato online

L’accesso agli impianti di risalita, infatti, per tutta la durata della stagione, sarà consentito soltanto ai possessori di green pass, tranne al di sotto dei 12 anni, e solo in seguito all’acquisto dello skipass online, una grande novità di questa stagione che riduce drasticamente tempi e rischi sanitari per le file alle casse. Skipass giornalieri e plurigiornalieri, infatti, potranno essere acquistati soltanto attraverso la biglietteria online: coloro che si trovano già in possesso della necessaria keycard possono ottenerli direttamente dal sito mentre chi non possiede la keycard può farne richiesta alle casse degli impianti di Breuil-Cervinia e Valtournenche.

foto Regione Autonoma Valle d’Aosta

 

Nelle stazioni di risalita, i turisti sono assistiti in ogni necessità da un team appositamente creato di “Covid Steward” che, inoltre, ha il compito di vigilare sul formarsi di pericolosi assembramenti e consigliare tutti sui più sicuri comportamenti. Al controllo dei green pass e dell’ordine pubblico, oltre al personale della società Cervino Spa, partecipano anche le forze dell’ordine. In termini di capienza e afflusso di pubblico, Cervinia e il suo comprensorio garantiscono il pieno carico sugli impianti aperti come skilift e seggiovie, mentre gli impianti chiusi, come cabinovie, funivie e seggiovie e cupola chiusa, funzionano all’80%. I ristoranti sulle piste rispondono alle stesse normative dei centri urbani, con ingresso riservato a green pass e, spesso, prenotazione obbligatoria o consigliata.

foto Regione Autonoma Valle d’Aosta

Cervinia ha molto da offrire

L’offerta di Cervinia e del suo comprensorio, in termini di attività sportive invernali, non ha certamente bisogno di presentazioni. Meta tra quelle di più antica tradizione di accoglienza, l’intera zona rappresenta un paradiso per sciatori, escursionisti e per i praticanti di qualsiasi disciplina sportiva invernale.

foto Regione Autonoma Valle d’Aosta

 

Altrettanto, l’offerta culturale, naturalistica ed enogastronomica della Val d’Aosta non sono da meno: a Cervinia, infatti, i turisti possono trovare numerosi e moderni wellness center, percorsi naturalistici, invernali ed estivi, adatti a tutti, un grande Centro Sportivo Polivalente a Valtournenche con piscina,palestra, pallavolo e calcio a 5, tennis e minigolf estivi, e posto a 3.500 metri al Plateau Rosà, raggiungibile anche senza essere sciatori, il museo più altro d’Europa: “Una Montagna di Lavoro”, nei locali dell’antica funivia dismessa, racconta, infatti, la storia degli impianti. L’ingresso è compreso nello ski-pass o nel biglietto andata e ritorno Cervinia-Plateau Rosà.

foto Regione Autonoma Valle d’Aosta

Ti potrebbe interessare