Lifestyle

Anche chiusi in casa è bello giocare al campeggio parola di Ivanka Trump

La situazione di questi giorni è quasi surreale. In molte regioni la quarantena è stata via via sempre più graduale e stringente, in altre ci si è trovati da un giorno con l’altro a dover stare a casa forzatamente. Una scelta obbligata ma anche di impegno sociale, perché solo così potremo pensare di sconfiggere questo virus che ci ha stravolto le vite e che, al momento, non accenna a darci tregua. Molti di noi stanno vivendo da vicino cosa vuol dire avere amici e parenti contagiati e, a volte, anche a perdere qualcuno nel silenzio e nella solitudine di un reparto di rianimazione, senza un ultimo abbraccio.

Ai bambini è stato chiesto di rinunciare alla scuola, luogo di socializzazione per eccellenza, e stare a casa, molto spesso da soli, se figli unici. In compagnia solo dei propri genitori che in molti casi si devono dividere tra smart working, gestione familiare completamente rivoluzionata e tensioni dovute all’incertezza nel futuro. In questo scenario la cosa più importante è trovare la giusta serenità per affrontare questo periodo e per non smettere mai di sognare, che andrà tutto bene e che un giorno potremo tornare a viaggiare e vivere, anche… l’esperienza del campeggio.

Ivanka Trump e il campeggio in casa

Non ci voleva certo Ivanka Trump per suggerirci che il campeggio in casa può diventare un ottimo diversivo in questi giorni a casa, un gioco divertente da fare con i propri figli. Però la sua testimonianza ci fa capire che oggi siamo tutti di fronte allo stesso nemico e alle stesse problematiche. Lei, Ivanka, figlia del presidente degli Stati Uniti è a casa, come tanti italiani in quarantena, dopo l’incontro, qualche giorno fa, con il ministro degli Affari Esteri australiano Peter Dutton, risultato positivo al test per il coronavirus. In questi giorni ha pubblicato questa foto e scrive:

‬‬‬‬‬‬‬‬

«Stare a casa oggi con i bambini? Pianificare un soggiorno in campeggio! ⛺️ Getta un lenzuolo sopra alcune scope legate insieme o una rastrelliera per creare una tenda. Organizza un menù insieme e “impacchetta” sandwich, insalate … qualunque cosa ti piaccia. (Più come opzione, ma consigliato! 😜) Questa è un’attività testata e vera che riunirà anche la tua famiglia per un pasto! Condividi le tue idee per famiglie qui sotto con #TogetherApart! Siamo in questo insieme

Bastano dunque un lenzuolo, due scope in soggiorno e un po’ di fantasia per immaginarsi in campeggio. Per i più fortunati però, che hanno il giardino, è possibile andare oltre e addirittura montare la propria tenda sul prato. Stessa cosa per chi ha la roulotte o il camper a disposizione. Cosa c’è di più bello che giocare con i propri figli al campeggio in queste belle giornate di sole in cui si sente già aria di primavera? Una piccola gioia per tutti in un momento difficile, che ci auguriamo finisca.

Ti potrebbe piacere anche