Glamping

Bubble Emotion: per vivere il glamping letteralmente…sotto le stelle

Dormire sotto le stelle, ammirando il cielo. Un sogno di tanti, il desiderio di vivere a stretto contatto con la natura, in una sorta di unione a cui in fondo tutti aneliamo, per assecondare i nostri istinti più ancestrali e primordiali. Senza dover rinunciare alle comodità. Dormire sotto le stelle per sognare a occhi aperti. Per poi chiuderli davvero, quegli occhi, e riaprirli al mattino ammirando l’infinito del cielo. Un’esperienza romantica e da sogno se la si vive in due. Un’avventura unica da raccontare se si è con amici o in famiglia.

Alla scorsa edizione del SUN di Rimini abbiamo intervistato Stefano Bellocchio, titolare dell’azienda che da tre anni sta sviluppando un concetto innovativo di alloggio che consente di realizzare il desiderio di dormire sotto le stelle. E che combina design, luxury e comfort. È la bubble di Bubble Emotion, ovvero una bolla da sogno, in cui vivere un’esperienza davvero immersi nella natura. Con tutti i comfort del caso.

Bubble Emotion: glamping in una bolla

Si tratta di una sorta di igloo in pvc estremamente versatile e adattabile in base alle esigenze. Si presta infatti a mille usi, dagli eventi ai temporary shop passando per i campeggi di livello che vogliono offrire un’esperienza glamping di alto livello.

Due tipologie di struttura, single layer – facile da montare, in pvc totalmente trasparente e con ingresso in tubolare con valvola di sovrapressione – e double layer con migliore isolamento termico e migliore insonorizzazione.

I moduli Bubble Emotion possono essere combinati fino a creare tipologie altamente personalizzabili a due, tre o più igloo, in base alle esigenze del singolo cliente. Si può creare un’area notte con tanto di bagno con vasca idromassaggio all’interno, una soluzione congeniale per campeggi di alto livello esperienziale. Oppure, per chi viaggia in famiglia, si può pensare a un insieme di due o più bubble per poter ospitare genitori e figli in spazi separati.

I punti di forza dei moduli Bubble Emotion, unici in Italia, sono l’infinita possibilità di personalizzazione, con diversi colori e loghi, la semplicità di montaggio e smontaggio (possono essere facilmente riposti nella stagione invernale in un luogo asciutto) e l’utilizzo creativo a cui si prestano. Trattandosi di strutture temporanee, a differenza delle case mobili, possono essere anche acquistate da privati per essere posizionate comodamente in giardino.

L’unico requisito fondamentale, soprattutto nei campeggi e nei complessi turistici, è la garanzia di una certa privacy che può essere creata grazie ad ampie zone di verde che avvolgono la bolla e la proteggono da sguardi indiscreti.

Bubble Emotion si occupa di tutti i servizi che possono essere utili per il cliente successivamente all’acquisto, dal trasporto, al montaggio passando per la consulenza per l’arredo interno.

Dormire sotto le stelle non è mai stato così facile.

E nemmeno così comodo.

  • Bubble Emotion

Relais dei Cesari: il primo Bubble Luxury Village in Italia

I moduli Bubble Emotion sono stati utilizzati nel primo Bubble Luxury Village in Italia a Borgo Ticino, nei pressi del Lago Maggiore. Il Relais dei Cesari, una bellissima struttura con piscina, oltre ad offrire normali appartamenti in muratura, consente di poter scegliere di trascorrere una notte in una bolla di pvc per dormire ammirando le stelle. La Bubble Suite è composta da un ingresso, una zona living, una camera da letto semitrasparente e un bagno. Gli ospiti possono usufruire della piscina durante il periodo estivo. Per rendere il soggiorno ancora più romantico, è possibile richiedere il servizio colazione, pranzo, cesto di frutta con champagne, fiori, massaggio e idromassaggio.

Oltre all’igloo in pvc è possibile anche soggiornare in una lussuosa suite geodetica con tanto di angolo barbecue.

La bolla ha riscosso tantissimo successo e fa ben sperare nella creazione di altre realtà simili in Italia. Per notti romantiche e avventurose.

Per informazioni sulle bolle,  e sul resort.

Ti potrebbe piacere anche