Travel

Cavallino-Treporti si riconferma leader delle spiagge anche nel 2019

Nonostante la crescente competizione con le destinazioni concorrenti del Mediterraneo, Cavallino-Treporti anche per il 2019 si riconferma la seconda spiaggia d’Italia per presenze turistiche e la prima località balneare del Veneto con oltre 6.200.000 presenze.

Credits Marina di Venezia

Proprio di queste grandi potenzialità e di come sfruttarle al meglio oggi, si è parlato al convegno sul turismo “Oltre la rete: Cavallino-Treporti territorio di confine senza confine. Costruiamo insieme nuove opportunità”. Appuntamento ormai fisso di fine stagione, dove fare il punto con i protagonisti del settore.
«Cavallino-Treporti conferma sostanzialmente le presenze dell’anno scorso con ospiti tedeschi, austriaci e svizzeri. In flessione invece danesi ed olandesi, mentre si stanno affacciando ai nostri mercati Polonia e Repubblica Ceca. Quest’anno abbiamo registrato una leggera flessione delle presenze a maggio, ma abbiamo avuto un aumento medio dei fatturati. Un ottimo segnale, risultato di continui investimenti in qualità e servizi agli ospiti – afferma Paolo Bertolini, presidente del Consorzio Parco Turistico di Cavallino-Treporti -. Il futuro vede il nostro territorio impegnato a seguire le nuove sfide che alla loro base prevedono una promozione condivisa con i colleghi della costa. In questo modo si potenzia la capacità di visibilità e di presenza sui diversi mercati, pur mantenendo la propria identità ed unicità. Proprio per questo, “Venice Sands”, il marchio della destinazione balneare veneta, sarà punto di riferimento per le prossime importanti campagne promozionali».

Dott. Paolo Bertolini, presidente del Consorzio Parco Turistico di Cavallino-Treporti

È grazie al rapido processo di miglioramento continuo delle imprese ricettive, di sviluppo della mobilità eco-compatibile e sostenibile, di rafforzamento della pubblica sicurezza, delle scelte urbanistiche, di arredo degli spazi pubblici e di formazione costante di operatori e cittadinanza sui valori dell’accoglienza con il “Patentino dell’Ospitalità” che Cavallino-Treporti conferma il suo ruolo dominante anche come prima spiaggia del Veneto.

«I numeri che emergono dal settore turismo, aggiornati a luglio, dicono che Cavallino-Treporti è in controtendenza, con una leggera flessione che nel sistema turistico regionale registra un meno 1,6%. Qui c’è un più 1,5% di presenze ed arrivi. Vuol dire che sta funzionando, è un gioco di squadra – Gianluca Forcolin, vicepresidente della Regione Veneto – Oggi questa giornata dimostra come tutti assieme, associazioni, imprese e categorie, con una buona guida che attraverso una buona organizzazione porta economia, ricchezza, prosperità».

Presente al convegno anche il Direttore dell’ULSS 4 Carlo Bramezza, che ha evidenziato come anche per il settore turismo il Punto di Primo Intervento sta rispondendo positivamente alle richieste, erogando, da maggio a settembre, 3706 prestazioni di cui 1045 a turisti stranieri e 698 a italiani non residenti, con un aumento di prestazioni rispetto al passato.L’importante giornata, che ha visto partecipare anche Roberto Perocchio, consulente del turismo a titolo gratuito del comune, è stato confermato dalla presenza di una quarantina di espositori, attività e associazioni di categoria e volontariato, ha rafforzato e confermato l’importanza di fare rete sul territorio. Una comunità unita con l’obiettivo di crescere e portare avanti progetti per lo sviluppo e la crescita del territorio, che sempre più deve confrontarsi con le spiagge limitrofe e con gli altri mercati, ma che si riconferma meta dell’open air per eccellenza a livello europeo.

«Il turismo è la nostra principale economia e una risorsa per tutti. È importante che tra il territorio e il turismo ci sia sinergia affinché le attività abbiano benefici positivi e i cittadini possano convivere con una realtà che d’estate trasforma Cavallino-Treporti in una grande città – spiega la sindaco Roberta Nesto –. Su questa scia, come amministrazione, abbiamo avviato un processo di sviluppo delle infrastrutture legato in primis a dare risposte ai nostri cittadini, in termini di viabilità e sicurezza, con progetti fattibili che sostengono la mobilità tutto l’anno. Ne è chiaro esempio l’opera di via Pordelio, che risponde alle necessità di una mobilità sicura dei nostri cittadini e allo stesso tempo è una grande opportunità per i nostri ospiti di vivere un’esperienza e di potersi spostare comodamente in questo tratto di territorio. Siamo partiti dall’idea di fare rete a vederla nel concreto qui oggi, con gli operatori e le associazioni di Cavallino-Treporti. L’amministrazione – conclude la sindaco Nesto – ha il dovere di creare strumenti per rendere tangibile questi progetti. “Live Love Buy” va proprio in questo senso».

Sindaco Roberta Nesto

Tra i progetti virtuosi dell’amministrazione Nesto anche quello di voler portare avanti importanti progetti – incubatori di risorse. Sono stati valorizzati e spiegati gli obiettivi del Patentino dell’Ospitalità da parte della consigliera Angela Lazzarini, del Patentino del Ben-Essere da parte dell’assessore Giorgia Tagliapietra e del Patentino di Educazione alla cittadinanza dal consigliere Alberto Ballarin. Tutto il programma legato alla formazione e alla cultura è scaricabile dal sito del Comune.

Ti potrebbe piacere anche