Travel

Enoturismo: vacanza esperienziale alla scoperta delle Tenute Frescobaldi

Vacanze 100% italiane alla scoperta del Bel Paese per apprezzare i prodotti enogastronomici nostrani: nell’estate post lockdown tornano di moda le gite in campagna e il turismo di prossimità. Anche se il mare rappresenta sempre la prima scelta, seguita subito dopo dalla montagna, a stupire su tutte sono le prenotazioni nell’entroterra per vivere una vacanza gourmet ed esperienziale.

Secondo il Censis il 63% degli italiani ha riscoperto la magia delle nostre tradizioni, il 43% sostiene che attraverso la valorizzazione della nostra cucina l’Italia ripartirà. Una spinta al settore turistico importante che arriva anche dall’enoturismo e la Toscana, terra di grandi vini ed eccellenza culinaria, fa da traino. Sono sempre di più gli italiani che nei mesi estivi hanno scelto di organizzare una vacanza on the road per degustare prodotti tipici e scoprire antichi borghi nel cuore della Toscana.

“Enoturismo vuol dire andare a cercare il prodotto alla radice, non solo assaggiare un grande vino ma scoprire tutto quello che c’è attorno. Chi visita le nostre tenute, non solo degusta le nostre eccellenze ma può conoscere da vicino la vigna, un’esperienza unica che consiglio di vivere almeno una volta – racconta Lamberto Frescobaldi, Presidente Marchesi Frescobaldi – La cosa importante ora è scoprire la nostra unicità perché è quella che rappresenta veramente il nostro patrimonio, che dobbiamo comunicare al mondo e farne tesoro”.

L’Enoturismo è strettamente connesso al Made in Italy e sta trainando la ripresa del turismo anche in quelle zone meno richieste nel periodo prettamente estivo. Il mood della vacanza esperienziale detta le regole di un nuovo tipo di turismo, quello attivo, che coinvolge i visitatori nella scoperta della cantina e dei vigneti, nella degustazione del vino e nelle varie fasi di evoluzione.

“Siamo pronti ad accogliere i turisti in piena sicurezza e nel rispetto delle regole. Quest’anno abbiamo un buon flusso di visitatori soprattutto italiani, circa un 70% contro il 30% di stranieri che lo scorso anno erano la maggioranza – commenta Lamberto Frescobaldi – visitando le nostre Tenute gli ospiti potranno vivere un’esperienza unica e perdersi nella bellezza della Toscana, da quella più autentica e rinascimentale a quella più moderna”.

Nelle Tenute Frescobaldi, oltre alle visite in cantina e degustazioni dedicate, sono diverse le esperienze per scoprire la diversità toscana e l’unicità dei suoi territori. Al Castello di Nipozzano, si pernotta nell’antico frantoio ed è possibile visitare l’orto biologico a Km/0, raccogliere i prodotti stagionali e cucinarli insieme allo chef. Nella Tenuta Castelgiocondo il must è la pausa benessere nell’area dedicata con vista sulle vigne; per gli appassionati è possibile prenotare la visita delle opere del progetto Artisti per Frescobaldi insieme a un critico d’arte. Gli ospiti della Tenuta Ammiraglia potranno vivere storia e innovazione contemporaneamente: da un lato una cantina d’autore dell’architetto Piero Sartogo, esempio di design al servizio della qualità produttiva e del rispetto per l’ambiente circostante perché sfrutta la naturale gravità per i travasi del vino, dall’altro l’antica storia italiana con i vicini scavi etruschi. Ma l’appuntamento che spicca per originalità e fascino è la “pittura in vigna” insieme ai maestri pittori fiorentini, per immortalare non solo il paesaggio ma anche le sensazioni e le emozioni che solo la vita in vigna può regalare.

Per maggiori informazioni https://www.frescobaldi.com/visita-tenute/

Ti potrebbe piacere anche