Lifestyle

Iva al 4% anche per i camper: la petizione di Assocamp

Risale al 2021 la prima azione di ASSOCAMP, Associazione Nazionale Operatori Veicoli Ricreazionali e Articoli per Campeggio, per sensibilizzare le istituzioni riguardo alla possibilità di estendere l‘agevolazione Iva al 4% anche all’acquisto dell’autocaravan per le persone con disabilità, ivi comprese le spese necessarie per le esigenze di adattamento.

Dopo due anni l’iniziativa è entrata in una seconda fase grazie ad un video reportage in cui vengono esplorati numerosi aspetti legati alla vacanza per persone con disabilità e al possibile utilizzo di un camper. Il video affianca una raccolta firme lanciata poco prima dell’inizio del Salone del Camper di Parma, nata proprio per sensibilizzare le istituzioni sul tema.

FIRMA ANCHE TU LA PETIZIONE ONLINE

Il camper rappresenta un momento di evasione e soprattutto garantisce continuità abitativa,” spiega Ester Bordino, Presidente di Assocamp. “Assicura infatti libertà di movimento e organizzazione di momenti di relax e sollievo per persone con disabilità e per chi gli vuole bene. Ma non è solo questo, è ‘continuità affettiva’, continuità delle abitudini familiari conosciute e consolidate. In altre parole, continuità delle sicurezze familiari acquisite che danno alla persona con disabilità psico-fisiche tranquillità e serenità, anche lontano dalla propria casa-abitazione, potendo godere appieno della vacanza e degli affetti. Per molti oggi è ancora proibitivo affrontare l’acquisto e l’adattamento di un autocaravan alle specifiche esigenze. C’è una legge che permette alle persone con disabilità di acquistare macchine, furgoni e addirittura pulmini a nove posti, ma un camper no, ed è una discriminazione che non capiamo, perché il camper non è solo un mezzo per le vacanze ma può essere anche un mezzo per trasporto. Per questo ci stiamo battendo per ottenere l‘agevolazione Iva al 4% anche per gli autocaravan, che potrebbe anche diventare motore di molti benefici per il settore del turismo”.

In questi giorni di Salone del Camper di Parma sono tante le persone che si sono recate allo stand Assocamp per supportare l’iniziativa e tante le tv che stanno dando spazio a questo tema. Il sostegno è arrivato anche dall’Onorevole Santanchè, Ministro del Turismo, intervenuta nella giornata inaugurale, che si è mostrata molto determinata nella volontà di supportare l’intero settore. “La nostra sfida è fare del turismo la prima impresa italiana puntando sulla destagionalizzazione,” ha dichiarato. “L’Italia ha tutte le caratteristiche per far vivere il turismo tutto l’anno, grazie anche alla crescita costante del settore plein air e a un tipo di turista che investe sul territorio. È volontà del governo essere al fianco degli imprenditori del settore e il nostro impegno sarà rivolto all’implementazione e alla riqualificazione delle aree di sosta esistenti”.

E che, soprattutto, ha chiuso il suo intervento sottolineando l’importanza di arrivare alla riduzione dell’IVA al 4% per l’acquisto di camper per disabili. L’Onorevole Francesco Michelotti ha presentato una proposta di legge su cui non dovrebbero esserci divisioni di tipo politico. “Non è una questione di destra e di sinistra,” ha detto Daniela Santanchè, “ma è una questione di giustizia. Anche per le persone con disabilità il turismo è un elemento estremamente importante”. Subito dopo il suo intervento e il taglio del nastro del Salone del Camper, il Ministro si è recato presso lo stand di Assocamp, dove davanti alla presidente Ester Bordino ha firmato la petizione lanciata nei giorni scorsi dall’associazione che riunisce i rivenditori di veicoli e attrezzature per il turismo all’aria aperta.

Credits Antonio Mazzucchelli

 

GUARDA IL VIDEO

 

SE VUOI FIRMARE ANCHE TU

CLICCA QUI

Ti potrebbe interessare