Luxury RVs

Nuove tecnologie e veicoli ricreazionali

Le sempre nuove richieste degli appassionati di vacanze all’aria aperta spingono costantemente verso la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie.
I maggiori player del mercato di veicoli ricreazionali, che hanno recepito questa necessità, stanno stringendo partnership con aziende tecnologiche per proporre ai clienti nuovi prodotti veramente innovativi ed esclusivi.

Certo non lo possiamo paragonare allo sviluppo dell’automotive negli ultimi decenni, ma dagli annunci si può prevedere che anche i produttori di caravan e camper si stanno preparando per il futuro, adottando tecnologie già utilizzate sulle automobili e sviluppandone di specifiche per il nostro mercato. Forse questo periodo di stasi potrebbe servire proprio a preparare una nuova era del turismo in movimento.

Ma quali sono le tecnologie che sono appena arrivate o arriveranno sui nostri camper e caravan?

Hymer VisionVentureLo studio “Hymer VisionVenture“, presentato al Caravan Salon di Düsseldorf ha riscontrato un grande successo tra il pubblico e i media di settore, per questo motivo il produttore tedesco prevede di mettere in produzione una serie limitata del prototipo che ha sviluppato in collaborazione con BASF.

Questo modello apre nuove strade in termini di design, autosufficienza e costruzione con materiali leggeri. Tecnologie di produzione come la stampa 3D, l’utilizzo di vernice termo riflettente vengono associate a nuove tendenze di progettazione che propongono terrazze posteriori, zone barbecue e un tetto pop-top pneumatico e fanno immaginare come potranno essere le nostre vacanze nei prossimi anni.

Niesmann + Bischoff ha invece già immesso sul mercato L‘iSmove. Un motorhome rivoluzionario che rinnova molti punti rimasti fermi per anni in questo settore. Un concetto di design innovativo con soluzioni creative e innovative come il cielo interno completamente scuro, pareti tappezzate in feltro, la dispensa in cucina a scomparsa e movimentata elettricamente, un letto pieghevole che scompare nel soffitto e un meccanismo che raddoppia lo spazio per la doccia e il bagno. Di conseguenza, il camper da 3,5 tonnellate impressiona con una generosa sensazione di spazio con dimensioni esterne compatte – e un livello di comfort che in precedenza non si trovava in questa classe.

Ma non solo nuovi modelli di veicoli ricreazionali per il futuro dell’abitar viaggiando. Anche chi fornisce accessori di primo impianto, sta lavorando per nuove tecnologie dedicate al caravanning.

Tra pannelli solari, impianti di infotainment e di stabilizzazione dei mezzi c’è un’azienda che dopo aver inventato il sistema di recupero delle acque reflue nel secolo scorso, diventando il leader a livello mondiale nella fornitura di sistemi sanitari per veicoli ricreazionali, è Thetford che ha presentato sul mercato quello che potrebbe essere il sistema sanitario del futuro.

Con il sistema iNDUS, Thetford vuole stravolgere quello che fino ad ora era un punto fisso, e purtroppo neanche troppo simpatico, della gestione degli impianti sanitari.

iNDUS è un sistema sanitario che offre ai camperisti una maggiore comodità, una igiene completa e più praticità. Con iNDUS si riducono drasticamente gli scarichi delle acque nere, si evita di maneggiare cassette e liquidi disgreganti, tutto supportato da un’app che tiene informato in ogni momento l’utilizzatore. Inoltre iNDUS non è solo un sistema di scarico ma anche un modo per riciclare le acque grigie cosi da aumentare l’autonomia di acqua potabile.

Un presente innovativo, un futuro che si prospetta ancora più interessante.

Ti potrebbe piacere anche