Lifestyle

Teniamoci pronti a ripartire: la pulizia del camper

In preparazione ai prossimi viaggi, che speriamo possano avvenire al più presto, oggi vogliamo darvi qualche consiglio su come sistemare il camper quando è rimasto fermo per un lungo periodo. Attività che i più fortunati potranno già svolgere nel proprio giardino di casa in questi giorni di sole.

Prima di partire con le pulizie è sempre meglio fare un controllo generale di ciò che abbiamo caricato durante l’inverno sul camper, perciò il primo passo è quello di scaricare tutte quelle attrezzature invernali che durante il periodo estivo non saranno utilizzate:

  • Pareti divisorie anti-freddo
  • Stufetta
  • Abbigliamento invernale

Un nostro consiglio è quello invece di tenere sul camper le catene da neve, vi potranno servire in caso di impantanamento del mezzo.

Successivamente potrete passare a lavare sia l’interno che l’esterno, nella sequenza che preferirete.

Pulizia esterna

Per la pulizia della scocca si può fare da soli oppure ci si potrà recare, a tempo debito, in un autolavaggio specializzato. In entrambe i casi verificate precedentemente che i prodotti utilizzati per la pulizia non siano troppo aggressivi. Molto importante non puntare direttamente il getto dell’acqua verso le griglie di areazione dove può entrare facilmente l’acqua rimanendoci. Ricordatevi anche di chiudere bene oblò e finestre.

Una volta effettuato il primo lavaggio si può passare alla lucidatura, per rendere il camper più brillante, o alla rimozione delle fatidiche righe nere. Per toglierle ci sono molti metodi ma riteniamo che l’unico accorgimento efficace sia quello di usare prodotti adatti allo scopo e risciacquare subito dopo la carrozzeria.

Dopo il periodo invernale è consigliata anche una pulizia al sottoscocca, infatti durante l’inverno su molte strade viene buttato il sale per non permettere il congelamento. Come risaputo il sale è corrosivo perciò una bella passata, con acqua pulita, aiuterà a mantenere in efficienza tutti le parti che si trovano sotto il pianale del camper.

Esternamente quasi tutti i mezzi hanno il tendalino, anche qui aprendolo completamente si può effettuare una pulizia completa del telo.

 

Inoltre effettuare una pulizia approfondita dei serbatoi delle acque grigie e chiare con prodotti adatti allo scopo è molto importante. Allo stesso modo lo è pulire la cassetta delle nere o del nautico e il WC con i prodotti consigliati dal produttore, per mantenere in efficienza guarnizioni e movimenti vari.

Pulizia interna

Quella più importante perché coinvolge da vicino la nostra salute.

Naturalmente la soluzione migliore è quella di svuotare tutto, pulire a fondo l’interno e poi ricaricare solo quello che è necessario. In questo caso, siamo sicuri che metà dei prodotti scaricati non verranno più ricaricati 😊….

Noi consigliamo inoltre di:

  • Rimuovere cuscini e materassi, fargli prendere qualche ora d’aria dopo una bella sbattuta.
  • Svuotare la dispensa, con verifica di prodotti scaduti.
  • Svuotare tutti gli armadietti e i gavoni con relativa pulizia, utilizzando anche una spruzzata di igenizzante.
  • Attenzione alla pulizia degli oblò, si consiglia di non utilizzare l’aspirapolvere, la zanzariera e l’oscurante sono abbastanza fragili.
  • Verificare il funzionamento dei fornelli con pulizia interna dei bruciatori.
  • Una volta tolti i cuscini noterete degli aloni scuri, nessun problema, sono solo dei residui di polvere della stufa e basta un panno umido per rimuoverli.
  • Pulite il frigo e il bagno come fareste per quello di casa e il cruscotto della motrice con prodotti adatti.

Per chi vuole andare a fondo, si possono smontare e lavare le tendine in stoffa. Per gli oscuranti è sufficiente un panno umido. Se necessario si può anche lavare tutto il soffitto ma per questa operazione è meglio interpellare un esperto del settore pulizia auto.

Alla fine di tutto potrete ricaricare il necessario e aggiungere qualche essenza negli armadi e un profumatore in bagno e il vostro camper sarà così ancora più bello e accogliente di prima!

Ti potrebbe interessare