Benessere

Terme di Merano

La tradizione termale di Merano risale agli anni Trenta, quando nel Monte San Vigilio fu scoperta un acqua ricca di radon, un gas nobile dalle proprietà curative; più recentemente è stata scoperta un’altra sorgente termale ricca di sali che nasce a 2350 metri di profondità a 33° di temperatura: viene utilizzata nel nuovo ed avveniristico stabilimento termale della città altoatesina. Ma nel nuovo e moderno complesso che fonde innovazione ed estetica, ideato dal famoso architetto Matteo Thun, oltre alla doppia fonte d’acqua si utilizzano anche altri ingredienti considerati “miracolosi”, come le mele, l’uva, il siero di latte (molto apprezzato da Sissi), il fieno e le erbe di montagna. La straordinaria peculiarità dello stabilimento è che 13 delle 25 piscine (le altre si trovano sparse nei 5 ettari di parco all’esterno) a varia temperatura si trovano all’interno di un enorme cubo di vetro ed è una sensazione unica, mentre ci si crogiola nell’acqua passando da una vasca all’altra o nei momenti di relax sui candidi lettini, ammirare le vette dei monti, le guglie della città di Merano e il cielo. Di notte è uno scenario alquanto emozionante e altrettanto lo è in inverno con i monti innevati. Oltre alle piscine e al reparto termale fanno parte del complesso, efficientemente organizzato, vari tipi di saune, il calidarium con vapori d’erbe e di fiori, il bagno sorgivo, il nuoto controcorrente e la “sala della neve” con temperature glaciali e nevicate dal soffitto. Non mancano i vari bagni di benessere e le sale massaggi. Ampie e panoramiche sono le zone per il relax e capiente è anche il bistro-caffè con i suoi 308 posti a sedere. Non si può dunque lasciare Merano senza godere del “benessere al cubo Terme Merano: Piazza Terme 9, Tel. 0473252000, www.termemerano.it

Ti potrebbe piacere anche